Al Museo Gemmellaro una mostra targata Manifesta, sponsor dell’evento Informatica Commerciale

Il paesaggio all’interno della globalizzazione culturale e digitale è l’oggetto della mostra “Paesaggi Mentali – Traiettorie Naturali”, a cura di Lorenzo Bruni, che sarà inaugurata il 14 giugno alle 18 al Museo Gemmellaro di Palermo (Corso Tukory, 131). Il progetto s’inserisce tra gli eventi collaterali di Manifesta 12 e Palermo Capitale della Cultura 2018.

Una riflessione incentrata sul senso che assume oggi il concetto di “paesaggio ideale”, non soltanto da un punto di vista naturale, ma soprattutto in relazione a quello dello scambio tra soggetti. Considerarlo e osservarlo come luogo di condivisione, e non come confine di separazione, è il vero obiettivo dell’esposizione. Sponsor dell’evento, e supporto tecnico, Informatica Commerciale.

“Con l’ausilio dei dispositivi forniti dall’azienda saranno proiettati i lavori di tre artisti – spiega Giulia Gueci, una delle organizzatrici -. Nello specifico: una trilogia di Antoni Muntadas, presentata per la prima volta qui in Italia, un’opera inedita di Domenico Mangano, palermitano che vive in Olanda, e un lavoro storico dell’olandese Marinus Boezem. Questi tre dei nove nomi degli artisti coinvolti nell’iniziativa”.

Il museo di geologia diventerà così un punto di osservazione privilegiato da cui potere scoprire le tracce e i segni della contrapposizione tra paesaggio incontaminato da un lato, urbano e artificiale dall’altro. Due prospettive non solo da contemplare, ma da costruire e ricordare.

Lascia un commento